Home » La mediazione civile nel diritto comparato. Novelle legislative italiane ed esperienze straniere a confronto.

La mediazione civile nel diritto comparato. Novelle legislative italiane ed esperienze straniere a confronto.

Novelle legislative italiane ed esperienze straniere a confronto.

Il progetto di ricerca prende spunto dal recentissimo schema di decreto legislativo, nonché dal testo definitivo che verrà emanato nel maggio 2010, relativi alla novella in materia di processo civile di cui alla l. 69/2009, la quale riforma la disciplina della mediazione finalizzata alla definizione di controversie in materia civile. Si tratta di uno strumento innovativo il quale, però, ha già ricevuto, oltre a riscontri positivi, moltissime critiche dovute al fatto che l’obbligatorietà prevista in alcuni casi sembrerebbe snaturare lo strumento. Per tali motivi l’indagine comparatistica si rivela di sommo interesse, soprattutto alla luce dell’osservazione di esperienze proprie di sistemi giuridici con una ben più lunga tradizione in materia. In tal senso, verranno in particolare presi in considerazione il sistema inglese, nel quale sono presenti organismi di mediazione già consolidati ed operativi, soprattutto nei settori bancario ed assicurativo; ed il sistema brasiliano(cfr. Varano Vincenzo (a cura di), L’altra giustizia. I metodi alternativi di soluzione delle controversie nel diritto comparato, Giuffrè, 2009. Alessandra Sgubini,Mediuazione e cultura. Come le differenze culturali possono influenzare il modo di negoziare e risolvere conflitti). Quest’ultimo, in particolare, presenta un peculiare interesse a promuovere procedure di ADR e si caratterizza per il fatto di coinvolgere componenti di più formanti dell’ordinamento, in particolare attraverso l’apporto di personale del mondo togato che agisce per scopi extragiudiziali, anche in ragione delle innovazioni introdotte nell’organizzazione della professione di giudice (Frignani Aldo, L’arbitrato commerciale internazionale. Una propsettiva comparatistica”, Cedam, 2004;AA.VV. La promessa della mediazione. L’approccio trasformativo alla gestione dei conflitti, 2009 La Feltrinelli; Guarnieri Attilio, Mediazione e conciliazione nell’ambito delle Alternative Dispute Resolutions, in Diritto e formazione, 2009, pp. 300 e ss;Folger Joseph, Baruch Bush Robert A; David R. Smock e Amy L. Smith, Managing a mediation process). Si indagheranno altresì esperienze diverse che al contrario guardano alla mediazione per specificità culturale più che per ovviare ai problemi della giustizia civile: emblematica in questo senso l’esperienza del Giappone (si veda il contributo di M. Timoteo, in Varano, op. cit.).

Molti ed interessanti sono gli spunti di riflessione che tale ricerca offre: la metodologia comparatistica, infatti, consentirà di verificare l’efficacia di tali strumenti all’interno del sistema italiano, alla luce delle altre esperienze indagate. Un segmento speculativo riguarderà i problemi applicativi in termini di costi delle procedure e di efficacia delle soluzioni trovate in mediazione, con riferimento, ad esempio, al livello di default degli accordi che sono stati concordati in sede di mediazione e conciliazione.

Si ritiene importante prevedere un contatto, in sede di verificazione dei risultati, con gli organismi di riferimento costituiti presso i tribunali, le camere di commercio italiane o presso le associazioni, anche al fine di dare un contributo pratico alla ricerca.