Home » La tutela dei diritti delle persone transgenere

La tutela dei diritti delle persone transgenere

Per valutare l’effettiva tutela dei diritti delle persone trangenere non è possibile prescindere dalla valutazione e dall’analisi dei loro bisogni. In particolare è necessario dapprima affrontare lo studio delle problematiche che le persone trans devono affrontare per poter perseguire e ottenere il diritto alla ridefinizione del sesso e in un secondo momento verificare quali sono le problematiche che queste persone vivono ogni giorno soprattutto in ambito sanitario, lavorativo e scolastico. Solo a questo punto è possibile valutare se l’attuale normativa – non solo la legge164 del 1982, ma anche le norme del diritto di famiglia, i regolamenti in materia fiscale e pensionistica, le norme sul diritto allo studio, gli statuti degli atenei, e via dicendo – consente la garanzia dei diritti fondamentali sia delle persone che vorrebbero cambiare chirurgicamente i propri caratteri sessuali sia delle persone che pur sentendo di appartenere a un sesso diverso da quello attribuito all’atto di nascita tale intervento non vogliono effettuare.Gli obbiettivi della ricerca verranno perseguiti nel seguente modo: 1) Verrà effettuata una ricognizione della bibliografia italiana, europea e dei paesi del nord, del centro e del sud America sul tema specifico, con particolare riferimento alle ricerche empiriche che eventualmente sono state effettuate 2) Verrà svolta una ricerca empirica volta a conoscere chi sono le persone transgenere. La ricerca che verrà condotta tramite questionario semi strutturato, indagherà: a) l’età, la professione, il titolo di studio, il sesso anagrafico; b) la volontà e le motivazioni che spingono a effettuare o a non effettuare l’intervento chirurgico;c) i percorsi individuali condotti per affrontare la scelta; d) le problematiche negli ambiti della vita quotidiana; e) le discriminazioni subite sia dalle persone della cerchia familiare e amicale, sia dalle persone estranee, sia dalle norme del diritto italiano; f) le possibile proposte per garantire la tutela dei diritti e lo sradicamento delle discriminazioni. 3) Mantenendo sullo sfondo i risultati dello studio si leggerà e si valuterà la normativa italiana, effettuando confronti con le normative dei paesi europei e dei paesi del nord, del centro e del sud America. La ricerca avrà durata biennale