Home » Le associazioni di stranieri in Italia. Strumenti di facilitazione dell’interazione culturale e dell’integrazione o strumenti di esclusione ed emarginazione?

Le associazioni di stranieri in Italia. Strumenti di facilitazione dell’interazione culturale e dell’integrazione o strumenti di esclusione ed emarginazione?

Descrizione La ricerca si propone come fine quello di studiare un aspetto ancora oggi poco conosciuto del fenomeno migratorio in Italia, vale a dire le associazioni culturali ed etniche create dai differenti gruppi etnici presenti sul nostro territorio.

L’interrogativo che ci si pone è quello di verificare se tali associazioni sono strumenti che possono facilitare l’interscambio culturale.

Sotto due differenti aspetti. Il primo aspetto riguarda la possibilità che tali associazioni hanno di aiutare i connazionali per quanto riguarda l’accesso e le modalità a determinati servizi, ma anche più in generale per quanto riguarda la trasmissione della conoscenza degli usi, dei costumi, delle regole sociali, dei comportamenti e delle regole giuridiche vigenti in Italia. Il secondo aspetto riguarda, al contrario, la capacità delle associazioni di vivere sul territorio italiano e di farsi promotrici culturali attraverso feste, rassegne musicali e cinematografie, ecc, rivolte non solo ai loro connazionali, ma aperte a tutta la cittadinanza.

Tali associazioni potrebbero, al contrario, avere degli effetti di ghetizzazione e di inclusione dei cittadini stranieri suddivisi per etnia e paese di origine e conseguentemente di esclusione sociale dei medesimi cittadini stranieri nei confronti della società italiana.

La ricerca si svolgerà secondo questo iter:

1) individuazione della bibliografia relativa alle associazioni formate da cittadini stranieri

2) individuazione del numero delle associazioni straniere sul territorio milanese;

3) verifica delle attività che prevalentemente sono svolte;

4) verifica del funzionamento delle stesse, con particolare attenzione alle modalità di tesseremanto, di partecipazione alle attività e soprattutto attraverso la verifica del loro livello di “apertura” al territorio e ai cittadini italiani

Le polizie nella società contemporanea